Chicago Cubs & The World Series: una storia di riferimenti alla cultura pop, prefigurazioni e previsioni

NBC



Una battuta finale per oltre 100 anni, la storica siccità delle World Series dei Chicago Cubs si è fatta strada in una serie di iconici momenti sul piccolo schermo. Francamente, speriamo tutti che le battute finiscano definitivamente nel 2016 (Go Cubs Go!), E nel caso in cui ciò accada, abbiamo compilato un elenco dei riferimenti e delle previsioni della cultura pop più memorabili del secolo scorso. Goditi le battute mentre puoi - si spera, solo qualche giorno in più.

LEGGI TUTTO: God Bless The Chicago Cubs, ma guardare The World Series is Pure Hell



'I Simpson'



Se sei in onda per quasi tre decenni e presenti tanti riferimenti alla cultura pop come 'The Simpsons', i cuccioli sono destinati a presentarsi alcune volte. E hanno, sia come una battuta di quattro parole che una più elaborata presentazione dell'unico modo in cui i cuccioli potrebbero effettivamente vincere. Tuttavia, il riferimento più pertinente viene nella clip sopra quando la voce ospite Stacy Keach spiega a Homer com'è essere un fan di Cubs.

'Saturday Night Live'

Sebbene siano più famosi per la loro frase 'Daaaaa Bears', i super fan di Bob Swerski includevano un successivo grido ai 'Deeeee Cubs' di Bart Swerski (Horatio Sanz), nipote di Bob. Apparendo sull'aggiornamento del weekend 'Saturday Night Live', Bart ha lamentato la devastante perdita di playoff del 2003 dei Cubs contro i Marlins della Florida. È stata una sfortunata svolta di eventi poiché i super fan in genere celebrano la grandezza, come il Super Bowl del 1985 di Da Bears e i sei titoli di Da Bulls negli anni '90.

Un riferimento più noto (e molto più divertente) ai cuccioli di 'SNL' è venuto sotto forma di imitazione di Harry Caray. Esagerato ma perfettamente in linea con la versione non filtrata di Caray della trasmissione, Ferrell ha continuato lo schtick dopo la morte del presentatore di Cub - molto tempo dopo. Guarda il video qui sopra per la sua ultima esibizione, su 'Jimmy Kimmel Live'.

'Parchi e Divertimento'

Dopo un salto nella primavera del 2017, nella sua ultima stagione, 'Parks and Recreation' ha anche fatto un viaggio nella più grande città del suo stato vicino - e ha predetto che i cuccioli vinceranno le World Series quest'anno. Quando Andy (Chris Pratt) e Tom (Aziz Ansari) andarono alla ricerca dell'ex boo di Tom a Chicago, Lucy (Natalie Morales) portò il gruppo di Wrigley Field in tournée nella Città del Vento. Pur vantando i benefici della vita nel Midwest, ha concluso il suo caso con 'E ovviamente tutti sono di buon umore a causa della vittoria della serie da parte dei cuccioli.' Speriamo che tu abbia ragione, Lucy.

'Rivoluzione'

Questo è un po 'stupido. Quando i trailer sono andati in onda per il dramma NBC del 2012 'Revolution' (su un futuro post-apocalittico senza elettricità, per non parlare della Major League Baseball), un colpo ha mostrato le stelle che passavano accanto a un Wrigley Field fatiscente esibendo una dichiarazione che i Cub avevano vinto il World Series nel 2012. A questo proposito, l'organizzazione ha raggiunto e chiesto la rimozione del riferimento. La versione in onda ha tagliato il segno promettendo la fine della siccità del campionato, e i cuccioli hanno continuato a perdere ... fino ad ora '>



Nessuno merita quello che è successo al povero Steve Bartman. I fan dei cuccioli di tutto il mondo hanno incanalato la loro frustrazione collettiva per il crollo del 2003 verso il ragazzo 'posto sbagliato al momento sbagliato'. La decisione istintiva di Bartman di prendere una palla sbagliata fece arrabbiare il giocatore dell'area out di Cubs Moises Alou nel momento, e sembrava incolpare Bartman per non essere riuscito a catturare un pop-up che si è spostato appena fuori dal gioco. I fan dei cuccioli hanno seguito l'esempio, incolpando Bartman per un crollo monumentale che tutto sembrava iniziare con la sua gaffe (anche se, in realtà, è iniziata prima). Presto il tizio bianco che indossava le cuffie affrontò più molestie e ridicoli di quanti ne potessero sopportare. È bello pensare, quindi, che un individuo veramente malvagio - come Stewie Griffin - l'abbia fatto Bartman, assolvendolo in tal modo dalla colpa. Ma poi torniamo al fatto che all'inizio non meritava alcuna colpa, nonostante i carichi di riferimenti (come in 'Family Guy' sopra) che indubbiamente lo affliggono fino ad oggi.

'Chicago Fire'

Questo dramma della NBC è andato in un posto davvero oscuro nel suo secondo episodio affrontando la Maledizione della Billy Goat. Secondo la leggenda, al proprietario della capra Billy Sianis fu chiesto di lasciare le World Series del 1945 a causa dell'odore proveniente dal suo animale domestico. Infuriato, Sianis ha urlato che i cuccioli 'non vinceranno più', e da allora non hanno vinto un gagliardetto. In 'Chicago Fire', due personaggi combattono per una capra che fa parte del logo del dipartimento, in modo simile al modo in cui i fan di Chicago non sono d'accordo su come trattare le capre: dovremmo odiarle o adorarle? Tienili fuori o li inviti? Mantenere la nostra decisione fatale o chiedere perdono? Per la cronaca, questo fan di Cubs tende verso quest'ultimo.

'Chicago Sons'

Nonostante si svolgesse in un condominio di North Sheffield con vista su Wrigley Field, la sitcom di breve durata di Jason Bateman e David Krumholtz non ha mai avuto il tempo di approfittare della sua posizione unica; una posizione molto reale, nel caso in cui non abbiate guardato oltre le gradinate durante le partite di Cubs.

'Chicago Hope'

Questo dramma medico con sede a Chicago negli anni '90 non ha fatto previsioni audaci, ma ha caratterizzato Adam Arkin e Mandy Patinkin che hanno colpito le palline da golf dalla piastra di casa all'interno di Wrigley Field. E quello era solo nella prima stagione! Avevano altri cinque anni per rivisitare i Cubbies, ma immagino che il loro debutto fosse troppo difficile da raggiungere.

'I miei ragazzi'

Inondata di riferimenti a Chicago, la sitcom di TBS con più riferimenti sportivi di molti è arrivata al punto di lanciare un giocatore Cubs nella vita reale (Mike Fontenot) per apparire in un cameo durante il finale della Stagione 3. Oltre a ciò, il personaggio Mike Callahan (Jamie Kaler) ha lavorato per i Cubs durante la prima stagione dello show. Questo è impegno.

'Lieto fine'

Questa gemma comica con base a Chicago faceva spesso riferimento alle sue società sportive locali, ma il miglior cenno del capo al lato nord arrivò quando Max (Adam Pally) imitò l'animale non ufficiale della città quando era in letargo durante l'inverno. Mentre viene indicato come un orso, solo un cucciolo sarebbe così completamente incapace di mangiare miele.

'Nuova ragazza'

Nonostante più personaggi con radici a Chicago, non ci sono stati richiami significativi ai Cubs. Detto questo, la star e vita reale del Chicagoan Jake Johnson (che interpreta Nick Miller) ha scritto un inno commovente alla sua discoteca natale per Grantland nel 2015, e ha anche supportato avidamente la squadra in questa stagione. Merita più che meritato il grido, e stiamo scommettendo - vincendo o perdendo - Nick porterà il viaggio di Cubbies al gioco del titolo in un episodio imminente.

Riferimenti cinematografici notevoli:

'Riguardo la notte scorsa'
'Ritorno al futuro'
'La separazione'
'Ferris Bueller' Day Off
'Rookie of the Year'
'Prendersi cura degli affari'

I Chicago Cubs ospiteranno gli indiani Cleveland da venerdì a domenica, 28-30 ottobre, su Fox.

Rimani aggiornato sulle ultime notizie sui film! Iscriviti alla nostra newsletter via e-mail qui.



Articoli Più