Recensione 'Unsane': il thriller girato su iPhone di Steven Soderbergh è una deliziosa satira di tecnologia moderna - Berlinale 2018

“Unsane”



Guarda la galleria
48 foto

Materiale di marketing per Steven Soderbergh " Unsane ”; sottolinea che il regista non ritirato ha visto questo nervoso thriller girato su iPhone come una partenza tale che ha cercato di rilasciare questo film con uno pseudonimo. Ciò di per sé non sorprende per il polimero cinematografico; ha lavorato come direttore della fotografia e montatore con gli pseudonimi di Peter Andrews e Mary Ann Bernard (che, fatto divertente, sono i nomi dei genitori del regista) per anni. È più sorprendente che realizzerebbe un simile hoopla Questo film. “; Unsane ”; trabocca di curiosità per la tecnologia digitale, disagio per le burocrazie aziendali, ed è arricchito da spirito gelido - in breve, non potrebbe mai essere nulla ma un film di Soderbergh e particolarmente delizioso.

Ma il successo ha molti padri, come dice il proverbio, e con la sua ambientazione limitata, il cast incisivo e il morso dell'orrore definito, il film è anche molto strappato dal playbook di Blumhouse. Inoltre, prendendo una posizione chiara e caustica sulle attuali questioni sociali e agendo attraverso un obiettivo di genere, il film condivide ampie somiglianze con 'Get Out'. - anche se non è affatto così nitido, e nemmeno altrettanto riuscito, come l'improbabile concorrente di Oscar.



Claire Foy (che assume un accento americano traballante e suona in modo misterioso come Katharine Hepburn) interpreta Sawyer, un recente espatriato di Boston che si sta adattando a una nuova vita solitaria da qualche parte in Pennsylvania. In mezzo a respingere il suo capo ’; avanza bohémien al suo concerto aziendale anonimo, la sua è una vita di appuntamenti di Tinder e chat di FaceTime con la famiglia a casa. Nel tracciare i contorni dell'esilio autoimposto di Sawyer, Soderbergh fa un grande uso delle immagini che la sua fotocamera tascabile offre. La vita personale della povera ragazza è interamente su uno schermo LCD; perché il film non dovrebbe apparire uguale?



Presto capiamo perché si è mandata in esilio LCD. Si scopre che sta fuggendo da uno stalker particolarmente da incubo, e quando inizia a vederlo spuntare in un angolo del suo occhio - impossibile! C'è un ordine restrittivo e tutto! - si dirige alla clinica di salute mentale più vicina per una consulenza di emergenza. Lì, come accadrà in questo tipo di film, le cose si trasformano in merda.

I moduli sono firmati, le caselle spuntate e la prossima cosa che sai è che è in isolamento volontario 24 ore su 24, che si trasforma in sette giorni quando entra in una rissa con la spaventosa paziente Violet (Tempio di Giunone, riff su un numero qualsiasi di “; Orange è il nuovo personaggio di Black ”;). Non c'è scampo e, a peggiorare le cose, il suo stalker (Joshua Leonard, di 'The Blair Witch Project' e 'Humpday') ha ottenuto un lavoro come ordinato.

O sai? Con il suo malvagio gioco di prospettiva, 'Unsane' rdquo; ci pone costantemente la questione se ciò che stiamo vedendo sia 'reale', costringendoci a ripetere le precedenti interazioni nella nostra testa e giudicare le azioni successive di conseguenza, almeno per la sua prima ora. Soderbergh e collaboratori camminano su una corda tesa come un rasoio e lo fanno con grazia olimpica. Sawyer è vittima di una campagna di gaslighting orchestrata baroquamente o è in preda a un esaurimento mentale? Il film si apre a entrambe le letture prima di dare una mano, e in quel gatto di Schrodinger inconsapevole, vola davvero.

Durante quella prima ora, il film ha raggiunto alcuni deliranti massimi satirici. “; Saturday Night Live ”; l'alleato Jay Pharoah ha un ruolo chiave come collega paziente Nate, il cui cellulare di contrabbando consente a Sawyer di avvisare sua madre (Amy Irving) della sua detenzione, e che ottiene la scena straordinaria del film in cui descrive in dettaglio fervido e paranoico il trama corporativa ad ampio raggio per mantenere Sawyer prigioniero. La sua è roba da delirio schizofrenico, trasmessa con un margine nervoso che rafforza la follia di tutta la storia. Allo stesso tempo, questa è l'America 2018, ci ricorda il film - qualunque cosa è un matto pazzo.

“; Unsane ”; cade vittima del proprio successo in questo senso. Intorno a metà strada, il film smette di prendere in giro queste domande e inizia a rispondere a loro, e perde vapore una volta che si addentra in un territorio di genere più convenzionale, anche se Soderbergh cerca di compensare la perdita aumentando le estremità, appoggiandosi davvero a ogni nuovo voluttuoso colpo di scena per mantenere il film è un giro perversamente piacevole.

Ci riesce, per quanto ci riguarda. La seconda metà progressivamente più assurda del film, che si alterna tra flashback, cameo a sorpresa e turni violenti dimostra certamente che sa come muoversi in un film di mezzanotte. Forse quello era il tipo di partenza che aveva in mente con il suo piano furtivo di firmare il film con un nome diverso. Ma come con la sua pensione fallita, si è imbattuto in una verità fondamentale: non puoi impedire a Soderbergh di fare film Soderbergh. Per questo, siamo tutti i più fortunati.

Grado: B

'Unsane' è stato presentato in anteprima al Festival internazionale del cinema di Berlino 2018. Si apre teatralmente il 23 marzo 2018.



Articoli Più